mercoledì 3 maggio 2017

Microsoft a L’Aquila con Edu Day 2017

La giornata del 5 maggio, dedicata alla didattica e alla ricerca, sarà aperta da Anthony Salcito, VP Microsoft Education, e Carlo Purassanta AD Microsoft Italia




Dopo gli annunci del 2 maggio a New York, fatti dal Ceo di Microsoft Satya Nadella sui nuovi prodotti e servizi dedicati al mondo della scuola e dell’università, per studenti e docenti, il prossimo 5 maggio, la casa di Redmond arriverà anche a L’Aquila, con l’obiettivo di declinare la propria strategia globale nel campo della formazione scolastica anche nel nostro paese. L’occasione sarà Edu Day 2017, l’evento Microsoft dedicato al mondo della scuola, dell’università e della ricerca, che raccoglierà nel capoluogo abruzzese studenti, docenti e dirigenti scolastici provenienti da tutta Italia. 
La giornata, organizzata in collaborazione con il Comune dell’Aquila, l’Università e il Miur, e sostenuta dai partner Acer, De Agostini Scuola, C2, Media Direct e Softjam, vedrà anche il coinvolgimento dell’intero Polo di Ingegneria dell’Università dell’Aquila, attraverso annunci, incontri e workshop, hackaton, laboratori di coding e progetti in collaborazione con le scuole locali. 
Tutti i partecipanti, fa sapere Microsoft, avranno l’opportunità di assistere a dimostrazioni pratiche o provare soluzioni e tecnologie come Microsoft Hololens, Minecraft: Education Edition, Office 365. Sarà anche possibile comprendere come affrontare il tema delle discipline STEM (science, technology, engineering, and mathematics), anche in applicazioni rivolte a soggetti con disturbi dell’apprendimento, correlati ad esempio a problematiche quali dislessia o autismo. 
Edu Day 2017 sarà anche occasione di presentazione dell’arrivo in Italia di Skype for Classroom, al centro di un nuovo progetto formativo di Microsoft.  
Anthony Salcito, vice president of worldwide education di Microsoft, e Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia, apriranno la sessione plenaria (Educare al Futuro), parlando delle opportunità fornite dagli strumenti digitali nella didattica e nella ricerca, e approfondendo il tema dell’evoluzione del sistema scolastico oggi e soprattutto nel futuro.

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post