lunedì 13 febbraio 2017

Cisco: «Ecco quanto costano i cyberattacchi alle aziende»

I dati del 2017 Annual Cybersecurity Report mostrano che i danni subiti si misurano in termini di perdite di opportunità di business, fatturato e clienti

Leggi l'articolo completo su Digital4Trade

Adam Philpott, direttore della cybersecurity di Cisco EMEAR

Prevenzione resta una parola dura da mettere in pratica nel mondo aziendale, quando si tratta di cybersecurity. Oggi, i danni subiti dopo un attacco informatico sono reali e tangibili, in termini di opportunità di business volatilizzate, fatturato perduto e clienti ‘bruciati’. Eppure, ancora, nella stragrande maggioranza dei casi le organizzazioni corrono ai ripari soltanto quando sperimentano nel vivo gli effetti di uno di questi attacchi sulla propria pelle. È l’istantanea dello stato attuale della cybersecurity nelle imprese scattata dal 
Cisco 2017 Annual Cybersecurity Report (ACR), commentato da Adam Philpott, direttore della cybersecurity di Cisco EMEAR (Europe, Middle East, Africa, Russia).
In videoconferenza con la sede Cisco di Vimercate, Philpott mette subito in evidenza alcuni dati: dopo un cyberattacco, il 29% delle organizzazioni ha accusato perdite di ricavi, e un 38% ha subìto perdite superiori al 20% delle entrate; il 22% ha avuto perdite di clienti, con un 39% che ha perso più del 20% dei propri utenti; inoltre, il 23% ha registrato perdite di opportunità commerciali, e un 42% ha visto andar in fumo oltre il 20% dei potenziali affari. I dati del report emergono da un sondaggio su circa 3 mila CSO (chief security officer) e responsabili delle security operation appartenenti a tredici paesi, e intervistati nel Security Capabilities Benchmark Study, che è parte della ricerca. 

Continua a leggere ...

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post