lunedì 16 febbraio 2015

Solo una rete di Cloud potrà sostenere l’onda d’urto della Internet of Everything


Cisco vuole un ruolo di primo piano nella fornitura della capacità necessaria per elaborare le enormi molti di dati della IoE, sia sviluppando infrastrutture Cloud per aziende e service provider, sia incoraggiando i Cloud ibridi per completare le “nuvole” private. Una strategia che si concretizza nella piattaforma Intercloud e nelle sue tre linee di sviluppo



Nei prossimi anni, le infrastrutture Cloud giocheranno un ruolo fondamentale nel fornire la capacità e le risorse di computing necessarie per soddisfare le esigenze di elaborazione delle enormi moli di dati generate dalla Internet degli Oggetti.
Basti pensare che, per il 2018, il 76% di tutti i workload (grandi aziende, piccole e medie imprese, organizzazioni governative, ecc.) sarà gestito nel Cloud. Rob Lloyd, President Development & Sales di Cisco Systems, ha fornito questi numeri citando i dati del Cisco Global Cloud Index 2013-2018. In questo lasso di tempo il 70% di tali workload rimarrà ancora ‘private cloud-related’ e, nella valutazione dell’impatto che la nuvola determinerà sulle infrastrutture IT, il modello SaaS (software as-a-service) risulta essere il servizio predominante.

Continua a leggere l'articolo ...

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post