mercoledì 1 marzo 2000

Cable & Wireless rafforza la rete in Europa

Networking Italia - marzo 2000





La fornitura di servizi Internet per le aziende europee rappresenta un mercato appetibile non solo per gli ISP locali, ma anche per i fornitori mondiali di servizi di telecomunicazioni. Con un investimento di circa un miliardo di dollari, Cable & Wireless (tel. 02268181, www.cweurope.com) ha rafforzato la sua posizione nel Vecchio Continente con l’acquisizione di otto Internet Service Provider europei, puntando a potenziare la propria rete e a occupare una posizione di primo piano nel mercato business. L’investimento contribuisce ad ampliare la rete IP di C&W in Europa e in particolare a estendere la copertura geografica dell’infrastruttura IP a 9,6 Gbps che la società sta realizzando. Entro aprile il progetto prevede infatti il collegamento di 18 città europee che diventeranno circa 200 durante il 2002, periodo in cui dovrebbe essere terminata l’integrazione dei POP e delle reti degli otto ISP recentemente acquisiti. In Italia la rete digitale internazionale GDH (Global Digital Highway) ha attualmente nodi a Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze, Mestre e Roma e per la fine del 2001 dovrebbe estendersi a tutte le principali città del nostro Paese. Per raggiungere i propri obiettivi di business e offrire servizi Internet in Europa, l’azienda doveva però partire con una certa clientela e integrare alcune fondamentali competenze nelle aree del networking, del Web hosting, della integrazione di sistemi, del Web design e dello sviluppo di software applicativo. Secondo C&W due degli otto provider acquisiti, Unidata e DSLogic-DSNet, rispondevano in particolare a questi requisiti ed erano in linea con la strategia di C&W per l’Italia, che mira a dare ai clienti un portafoglio completo di servizi. La romana Unidata fornisce soluzioni IT integrate a un parco di circa 5 mila clienti, con una focalizzazione nel campo della Pubblica Amministrazione. Nella sua offerta troviamo servizi di accesso a Internet (in dial-up, con linee dedicate e ora anche via ADSL), di hosting o co-location e di realizzazione di infrastrutture per reti Intranet, sistemi di sicurezza, commercio elettronico, connettività satellitare e chioschi informativi.



Fra i prossimi obiettivi anche la fornitura di connettività ad ampia banda e di servizi di hosting avanzato per gli Application Service Provider (ASP), oltre a commercio elettronico, ufficio virtuale, Web call center, integrazione voce/dati e creazione di sistemi di messaggistica unificata.



La bolognese DSLogic-DSNet si definisce invece come una delle prime società italiane ad attivare e commercializzare servizi Internet, che attualmente fornisce a circa 1.500 clienti della fascia business. A livello di connettività l’offerta comprende linee commutate e dedicate, ma fra le soluzioni proposte vi sono anche reti Intranet e reti private virtuali. Non mancano servizi di hosting e housing, Web design, strategia di comunicazione su Web, progettazione e realizzazione di applicazioni Web per l’integrazione in rete dei sistemi informativi aziendali e soluzioni di commercio elettronico e di trading on line.



Oltre alle due società italiane, nel resto d’Europa C&W ha acquisito l’austriaca Xpoint, fornitore indipendente di servizi di accesso Internet e di soluzioni Web sia per le piccole e medie imprese che per le aziende più grandi; in Belgio Online Internet, ISP che offre accesso di alta qualità e soluzioni Internet professionali per il mercato business: in Francia ISDnet, ISP con oltre 200 clienti e una dorsale nazionale di oltre 50 POP; in Spagna il gruppo Intercom di Barcellona, provider di soluzioni di e-marketing ed e-business con circa 6.800 clienti fra piccole e medie imprese; in Svizzera Agri.ch, ISP per le aziende della Svizzera tedesca e attivo nella registrazione di domini Internet e, sempre in Svizzera, Petrel Communications, ISP con 23 POP in Svizzera e Francia. Tra gli accordi più recenti sui servizi Internet ricordiamo anche quello con Compaq, per lo sviluppo congiunto di soluzioni globali dedicate all’e-business e per il mercato delle soluzioni ASP, e quello con Internet Commerce Corporation (ICC) per il commercio elettronico business-to-business.



Giorgio Fusari

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post