venerdì 25 novembre 2016

NetApp: «Tecnologia flash e cloud aiutano a ridurre i rischi di business»

Nell’economia digitale, per le aziende diventa imperativo creare un’infrastruttura veloce e scalabile: un compito che la nuova versione del software ONTAP, assieme a nuovi sistemi storage all-flash, si propone di facilitare. Lo hanno spiegato Denis Nalon, marketing manager, e Roberto Patano, Systems Engineering manager di NetApp Italia




Roberto Patano, senior manager Systems Engineering di NetApp Italia

La trasformazione digitale accelera la velocità del business e cambia i paradigmi economici di gestione del data center e delle risorse informatiche. Oggi le aziende puntano a ridurre i rischi imprenditoriali, spiega Denis Nalon, marketing manager di NetApp Italia: «Se fino a poco tempo fa, in caso d’insuccesso di un’iniziativa, il motto delle ex startup era ’fail fast’ - ’fallisci in fretta’ - attualmente tale imperativo sta orientandosi più verso ’fail cheap’». Quindi, se sbagli, almeno cerca di contenere i danni al minimo. «E oggi la tecnologia dà la possibilità di farlo, di ridurre i rischi, sottolinea Nalon, attraverso soluzioni come flash e cloud». Perchè? La ragione sta nel fatto che i sistemi flash consentono di semplicare in modo notevole l’ambiente IT e di accrescerne le performance, mentre il cloud ibrido fornisce la possibilità di ’tornare indietro’, dismettendo in modo rapido ed economico processi, servizi e risorse IT che non servono più, perché si è deciso di abbandonare un progetto o un settore di mercato non redditizio.
D’altro canto, la transizione verso il modello della ’digital enterprise’ sta anche portando le imprese a raccogliere sempre più dati, che poi necessitano di raffinati sistemi di analisi. In tale contesto, Roberto Patano, senior manager Systems Engineering di NetApp Italia,richiama l’annuncio, fatto dalla società i primi di settembre, del sistema di storage E2800, disponibile sia in configurazione all-flash, sia ibrida, con dischi a stato solido e di tipo tradizionale (SSD/HDD). Un prodotto entry-level per il mercato SAN (storage area network), ottimizzato dal software SANtricity e indirizzato a servire i workload misti di medie imprese e filiali che ricercano una soluzione semplice e conveniente per supportare le applicazioni di data analytics. E2800, dichiara NetApp, consente di ridurre i costi operativi di oltre il 35%, rispetto ai server commodity con storage interno.  

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post