giovedì 1 giugno 2000

AT&T GNS, ora anche in Italia

Networking Italia - giugno 2000



Accesso a larga banda, tecnologia avanzata, affidabilità, sicurezza e capillarità sono alcuni fra i principali requisiti che gli utenti richiedono a un fornitore di servizi di rete, e in tali direzioni sono da segnalare due novità per AT&T: la prima è che dall’inizio di quest’anno il colosso delle telecomunicazioni ha assunto completamente il controllo di tutta la rete mondiale IBM Global Network e la seconda è lo scorporo da Intesa, una delle società del gruppo IBM, delle attività di sviluppo e gestione dei servizi di rete, affidate da IBM a AT&T.



Questi due elementi hanno portato alla nascita sul nostro mercato di AT&T Global Network Services Italia (tel. 0117799111, www.att.com/globalnetwork), società che oggi si rivolge all’utenza business a cui intende fornire soluzioni e servizi di rete per la gestione e la trasmissione di dati e voce, non solo a livello nazionale ed europeo ma anche mondiale.



Con già circa 3.500 clienti connessi alla rete, AT&T prevede per quest’anno di realizzare un fatturato di circa 100 miliardi di lire nel nostro Paese, basandosi su una rete formata da 35 nodi principali con 180 località servite tramite accesso urbano.



Una rete ridondante



La rete AT&T è dotata di connessioni multiple tra i nodi, per permettere di reinstradare i dati su percorsi alternativi in caso di caduta del collegamento o di sovraccarichi eccessivi; la gestione della rete nazionale è controllata attraverso due centri di monitoraggio dislocati in due diverse città.



Anche le apparecchiature dei nodi sono configurate con criteri di ridondanza, mentre per ciò che riguarda la velocità di accesso si hanno connessioni commutate fino a 56 kbps, collegamenti ISDN fino a 128 kbps e accessi dedicati fino a 2 Mbps. AT&T GNS fornisce le tecnologie e gli apparati per trasportare in modo combinato dati e voce e dispone di gateway di interfaccia verso la rete pubblica.



Da fine febbraio l’azienda ha ricevuto la licenza di fonia e, in prospettiva, l’evoluzione della sua rete prevede l’integrazione delle tradizionali tecnologie a commutazione di circuito con la commutazione di pacchetto.



L’infrastruttura di rete di AT&T GNS punta a garantire la capillarità degli accessi locali, presenti in tutte le aree urbane italiane, e offre anche connessioni permanenti a commutazione di pacchetto per la trasmissione di voce e dati.



Garanzie sui livelli di servizio



Con questa infrastruttura AT&T GNS si propone di offrire agli utenti qualità nelle comunicazioni tramite precise garanzie contrattuali, realizzate con opportuni Service Level Agreement (SLA).



Il cliente può ottenere report in cui vengono indicate misurazioni sulla disponibilità, sull’affidabilità e sulle prestazioni del servizio erogato da AT&T; se il livello di servizio non corrisponde a quello concordato, AT&T GNS si impegna anche a pagare penali, attraverso il riconoscimento di crediti previsti per il mancato raggiungimento degli obiettivi fissati.



Inoltre l’azienda punta a offrire servizi per diminuire gli oneri di gestione dell’infrastruttura sotto il profilo dei costi e del tempo: ai clienti viene assicurata una gestione completa delle reti private a livello end-to-end, la possibilità di comunicare su Internet, Intranet ed Extranet con affidabilità e la capacità di controllare lo stato di funzionamento della rete in tempo reale.



Si possono per esempio avere informazioni sulla disponibilità dei singoli nodi e relative all’impatto delle applicazioni sulle connessioni esistenti.



Una struttura di help desk attiva 24 ore su 24 e consultabile tramite numero verde offre supporto agli utenti per i problemi che riguardano la rete o i servizi.



Per quanto concerne le tecnologie di trasporto, AT&T GNS utilizza reti ATM, Frame Relay e IP e offre competenza ai clienti che hanno la necessità di effettuare migrazioni dagli ambienti SNA a quelli basati su protocollo IP.



Altro aspetto di rilievo è quello della sicurezza: fra i vari servizi esistenti su tale fronte la società fornisce connessioni sicure su reti private virtuali (VPN) attraverso Internet utilizzando il protocollo IPSec e protezioni basate su firewall.



Giorgio Fusari

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post