giovedì 19 maggio 2016

Oracle: «Come i tool analitici abilitano la trasformazione digitale»


La stragrande quantità dei dati resta ancora inutilizzata, e la risposta al problema è una piattaforma - on-premise o in cloud - che renda disponibili gli strumenti di data visualization a ogni utente. «Favoriamo la ’digital disruption’, ma in un contesto di affidabilità e produttività tipico degli ambienti enterprise», spiega Stefano Maio, Country Leader Business Analytics di Oracle Italia



Leggi l'articolo completo su Digital4Executive


Stefano Maio, Country Leader Business Analytics di Oracle Italia
I dati oggi sono la linfa vitale dell’attività di business, la chiave per la presa di decisioni strategiche in grado di battere la concorrenza. Ma, per avere successo serve soprattutto la capacità di estrarre quelli giusti con rapidità, utilizzando gli strumenti appropriati. E, quando si fa innovazione nel settore business analytics, ciò non vuol dire necessariamente sostituire gli strumenti già esistenti in azienda: molte volte basta complementarli, ha sottolineato Stefano Maio, Country Leader Business Analytics di Oracle Italia, introducendo a Milano l’evento ’Oracle Analyics in Action’.
Resta comunque il fatto che solo una piccola percentuale dei dati enterprise è utilizzata per ottenere ’insights’ utili a migliorare l’attività imprenditoriale, fa notare Cenk Kiral, Vice President Business Analytics di Oracle EMEA, citando fresche stime della società di analisi Forrester Research: se il 69% delle organizzazioni non usa dati destrutturati, il 73% non sfrutta quelli semistrutturati, e il 60% non utilizza quelli strutturati, significa che la stragrande quantità dei dati resta ancora inutilizzata e intoccata.

Continua a leggere ...

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post