venerdì 8 maggio 2015

Check Point spiega le frontiere della threat prevention a 360°


Al CPX 2015 di Amsterdam, il vendor di soluzioni di IT security ha fatto il punto sull’evoluzione delle minacce, sui rischi insiti nei dispositivi mobile, e delineato le possibili soluzioni. La chiave è attivare meccanismi di protezione in grado di difendere le organizzazioni soprattutto dalle insidie del malware sconosciuto e normalmente non identificabile

Gil Shwed, CEO e Founder di Check Point


Leggi l'articolo completo su ICT4Executive


Da una parte la bellezza della tecnologia digitale, dall’altra i rischi e pericoli che porta in sé. «È stupefacente come oggi possiamo comunicare con ogni persona nel mondo, scaricare e condividere con qualche click quasi tutti i principali tipi di conoscenza.
È lo è anche come interagiamo con le informazioni con cui lavoriamo, come riusciamo a comprare e vendere quasi tutto attraverso la rete». Gil Shwed, CEO e fondatore di Check Point Software Technologies, comincia così il proprio keynote, parlando la scorsa settimana ad Amsterdam, all’annuale evento europeo Check Point Experience (CPX) 2015, che ha registrato la partecipazione di oltre 1.500 persone, tra professionisti di IT security, esponenti della stampa e analisti.

Continua a leggere ...

SHARE THIS

Author:

Independent writing and editing professional

0 Commenti:

Commenta questo post